Silver è assistenza autorizzata per autoclavi multimarca

Assistenza e riparazione autoclavi

Problemi con la tua autoclave?

Stai cercando una ditta specializzata in riparazione di autoclavi? Silver è il team di tecnici certificati, specializzati in assistenza per autoclavi W&H, Mocom, Euronda, DentalX, SciCan e Dac. E non solo!

Silver è assistenza ufficiale

Se desideri avere ulteriori informazioni sulla nostra attività, clicca qui oppure visita il nostro canale YouTube.

Infine, ti segnaliamo la nostra area BLOG, dedicata alla manutenzione ordinaria della tua attrezzatura dentale.

Riparazione ed Assistenza tecnica autoclavi multimarca

Autoclavi

La riparazione delle autoclavi destinate all’uso in uno studio dentistico è una questione delicata. Ma con Silver riceverai assistenza per autoclavi W&H, Mocom, Euronda, DentalX, SciCan e Dac in tempi brevi. Ifatti, potrai contare sulla nostra esperienza e sulle certificazioni che attestano la nostra affidabilità.

Come lavoriamo

Innanzitutto, verifichiamo i parametri del costruttore. Quindi, effettuiamo collaudi stressanti e ripetitivi allo scopo di garantire il buon funzionamento delle autoclavi e il mantenimento delle loro prestazioni nel tempo.

E ricorda: Silver è assistenza ufficiale certificata alle attrezzature odontoiatriche delle migliori marche, quali Stern WeberCastelliniDental XMocomNSK e SciCan.

Compila il modulo per richiedere assistenza

Vuoi ricevere assistenza da Silver per la riparazione delle autoclavi o di altra strumentazione dentale? Oppure, desideri ulteriori informazioni? Allora, compila il modulo a lato in tutte le sue parti. Sarai contattato dal nostro personale che ti fornirà assistenza certificata alle attrezzature odontoiatriche del tuo studio dentistico. In particolare, se devi riparare la tua autoclave, contattaci immediatamente!

FAQ

Secondo la norma europea EN 13060, le autoclavi per la sterilizzazione a vapore possono essere suddivise in tre classi: B - S - N

Un'autoclave di classe B è considerata il tipo di sterilizzatore a vapore più avanzato disponibile per il settore odontoiatrico. Queste autoclavi sono progettate per soddisfare i più severi standard europei di sterilizzazione, come definito nella norma EN 13060. Sono particolarmente adatte per sterilizzare tutti i tipi di strumenti dentali, inclusi quelli solidi, cavi e porosi, nonché pacchetti di strumenti.

Le caratteristiche principali delle autoclavi di classe B includono:

1. Cicli di Pre-vuoto e Post-vuoto: Le autoclavi di classe B sono dotate di una pompa per il vuoto che crea un vuoto ad alta efficienza prima dell'introduzione del vapore. Questo assicura che l'aria sia completamente rimossa anche dai carichi più difficili, come gli strumenti cavi o porosi. Dopo la sterilizzazione, un ciclo di post-vuoto asciuga completamente gli strumenti.

2. Sterilizzazione ad Alta Pressione e Temperatura: Queste autoclavi operano tipicamente a una pressione di circa 2,1 bar e una temperatura di 134°C, condizioni ottimali per uccidere tutti i microrganismi e spore.

3. Cicli di Sterilizzazione Rapidi: Grazie all'efficienza del pre-vuoto e del riscaldamento rapido, le autoclavi di classe B possono completare un ciclo di sterilizzazione in tempi relativamente brevi.

4. Sicurezza e Conformità alle Normative: Le autoclavi di classe B sono costruite seguendo rigidi standard di sicurezza e sono spesso dotate di sistemi di blocco della porta, dispositivi di controllo della pressione e sistemi di allarme per garantire un funzionamento sicuro.

5. Validazione dei Cicli: Queste macchine permettono una facile validazione dei cicli di sterilizzazione, spesso con la possibilità di stampare o salvare i dati relativi ad ogni ciclo.

6. Versatilità: Sono in grado di sterilizzare una vasta gamma di strumenti dentali, rendendole ideali per studi dentistici che utilizzano una varietà di strumenti complessi.

7. Design e Interfaccia Utente: Modernamente progettate, spesso presentano interfacce utente intuitive con display digitali che permettono agli operatori di selezionare facilmente diversi programmi di sterilizzazione e monitorare il processo.

8. Efficienza Energetica: Alcune autoclavi di classe B sono progettate per essere efficienti dal punto di vista energetico, riducendo il consumo di elettricità e acqua.

9. Manutenzione: Richiedono una manutenzione regolare per garantire che continuino a funzionare in modo sicuro ed efficace, inclusa la pulizia delle camere, il cambio delle guarnizioni e la verifica delle valvole e dei sensori.

In conclusione, un'autoclave di classe B è uno strumento essenziale per gli studi odontoiatrici che richiedono il più alto livello di sterilizzazione per garantire la sicurezza dei pazienti e del personale.

Un'autoclave di classe S è un tipo di sterilizzatore specifico progettato per rispondere a determinate esigenze nel settore odontoiatrico e medico. Secondo la normativa europea EN 13060, che regola gli sterilizzatori a vapore di piccole dimensioni, le autoclavi di classe S sono adatte alla sterilizzazione di strumenti solidi e alcuni tipi di strumenti cavi o porosi, ma con limitazioni rispetto alle autoclavi di classe B.

 

Caratteristiche principali delle autoclavi di classe S:

 

1. Estremamente rapide: Le autoclavi di questa categoria si distinguono per la loro capacità di eseguire cicli di sterilizzazione in tempi notevolmente ridotti. Grazie all'impiego di un sistema di vuoto termodinamico, anziché il classico vuoto frazionato, queste macchine ottimizzano il processo di sterilizzazione, rendendolo significativamente più veloce. Questa efficienza è particolarmente vantaggiosa in ambienti ad alto ritmo lavorativo, dove il tempo è un fattore critico.

2. Cicli di Sterilizzazione: Le autoclavi di classe S possono eseguire cicli di sterilizzazione adatti ad alcuni tipi di carichi. Non sono universali come le autoclavi di classe B e richiedono che l'utente selezioni il ciclo appropriato in base al tipo di strumento da sterilizzare.

3. Frazione di Vuoto: A differenza delle autoclavi di classe B, quelle di classe S possono non avere una pompa per il vuoto in grado di creare un vuoto completo. Di conseguenza, potrebbero utilizzare una frazione di vuoto o metodi di espulsione dell'aria meno efficaci rispetto al pre-vuoto triplo o frazionato tipico delle autoclavi di classe B.

4. Sterilizzazione Selettiva: Sono efficaci nella sterilizzazione di strumenti solidi e possono essere utilizzate per strumenti cavi e porosi solo se specificatamente indicato dal produttore.

5. Capacità e Dimensioni: Le autoclavi di classe S sono disponibili in diverse dimensioni e capacità, adattandosi così alle diverse esigenze degli studi odontoiatrici e medici.

6. Norme di Sicurezza: Come tutte le autoclavi, anche quelle di classe S devono rispettare rigorosi standard di sicurezza e sono dotate di sistemi che impediscono l'apertura della porta sotto pressione, oltre a sistemi di controllo e allarme per garantire la sicurezza durante il loro utilizzo.

7. Registrazione dei Cicli :Alcuni modelli possono registrare i dati dei cicli di sterilizzazione, che possono poi essere stampati o trasferiti su altri dispositivi per la tracciabilità.

 

Le autoclavi di classe S sono quindi una soluzione intermedia tra le più sofisticate autoclavi di classe B e quelle più semplici di classe N, offrendo una gamma di opzioni per la sterilizzazione che può essere sufficiente per alcune pratiche odontoiatriche o mediche, a seconda del tipo di strumenti utilizzati e delle procedure eseguite.

Un'autoclave di classe N è un tipo di sterilizzatore a vapore che segue le specifiche della norma europea EN 13060 per gli sterilizzatori di piccole dimensioni. Questo tipo di autoclave è progettato per la sterilizzazione di strumenti solidi e non cavi, come alcune pinze o forbici, che non richiedono la rimozione dell'aria interna per una corretta sterilizzazione.

Ecco le caratteristiche salienti delle autoclavi di classe N:

1. Sterilizzazione Semplice: Adatta principalmente per strumenti solidi, le autoclavi di classe N utilizzano vapore saturo sotto pressione per sterilizzare efficacemente gli strumenti.

2. Assenza di Pompa per il Vuoto: A differenza delle autoclavi di classe B e S, quelle di classe N non sono dotate di una pompa per il vuoto. Questo significa che non possono creare un vuoto completo prima del ciclo di sterilizzazione.

3. Spostamento dell'Aria: Il metodo di sterilizzazione utilizzato implica l'iniezione di vapore nella camera, che sposta l'aria verso l'uscita senza l'uso di una pompa per il vuoto, affidandosi alla naturale tendenza dell'aria calda a salire.

4. Non Adatte per Strumenti Cavi o Porosi: Queste autoclavi non sono raccomandate per la sterilizzazione di strumenti cavi o porosi, poiché la rimozione dell'aria da tali strumenti senza una pompa per il vuoto non è efficace.

5. Costo Inferiore: Generalmente, le autoclavi di classe N hanno un costo inferiore rispetto alle autoclavi di classe B o S, rendendole una scelta economica per pratiche che necessitano solo della sterilizzazione di strumenti solidi.

6. Facilità d'Uso: Sono caratterizzate da un funzionamento più semplice e diretto, con meno opzioni di ciclo e impostazioni rispetto ai modelli più avanzati.

 

Le autoclavi di classe N sono quindi un'opzione adatta per quegli studi odontoiatrici o medici che necessitano di sterilizzare strumenti che non presentano complessità come i canali interni o la porosità.

La manutenzione periodica è un passaggio cruciale per assicurare il corretto funzionamento e la lunga durata della vostra autoclave. Questa procedura include la sostituzione regolare della guarnizione della camera di sterilizzazione, che garantisce la sigillatura ermetica e previene le perdite di vapore, e del filtro batteriologico, essenziale per mantenere un ambiente sterile all'interno della camera. È inoltre necessario verificare e sostituire altri filtri, il cui tipo e frequenza di sostituzione possono variare a seconda della marca e del modello specifico dell'autoclave. È importante consultare il manuale d'uso del dispositivo per seguire le raccomandazioni del produttore e programmare gli interventi di manutenzione a intervalli regolari.

La qualità dell'acqua è un aspetto cruciale per il corretto funzionamento di un'autoclave a vapore e le specifiche possono variare in base al modello e al marchio dell'apparecchio. Per esempio, nelle autoclavi standard come la W&H Lisa, la Mocom Futura o l'Euronda E10, si raccomanda l'utilizzo di acqua con una conducibilità non superiore ai 15 microSiemens per garantire l'assenza di impurità che potrebbero danneggiare i meccanismi interni o influenzare l'efficacia della sterilizzazione.

Per le autoclavi di classe S ad alta velocità, come la Statim 2000, è necessaria un'acqua ancora più pura, con una conducibilità massima di 10 microSiemens, per ottimizzare i tempi di ciclo rapidi e mantenere l'integrità dei componenti sensibili.

Infine, dispositivi come la Dac di Sirona, richiedono un livello di purezza particolarmente elevato, con acqua che non superi i 3 microSiemens, per assicurare condizioni ottimali di sterilizzazione e preservare la longevità della macchina.

È importante consultare il manuale del produttore per le indicazioni specifiche e seguire attentamente le raccomandazioni per l'acqua da utilizzare, al fine di garantire prestazioni ottimali e una manutenzione efficace dell'autoclave.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.
Carrello

Benvenuti nel sito web di Silver

Questo sito è destinato esclusivamente ai professionisti del settore dentale. Se siete un professionista in ambito sanitario, fate clic su SÌ.

Richiesta di assistenza

Inserisci i tuoi dati

Apri la chat
1
Chatta con noi
Ciao 👋
Posso aiutarti?